Come piegare il plexiglass

Le moderne tecnologie ci offrono nuovi materiali da costruzione che sostituiscono con successo quei prodotti "naturali" che non sempre ci soddisfano con i loro parametri: costi o indicatori fisici (peso, struttura), ulteriori difficoltà nella lavorazione, ecc. Oggi sostituito con successo con vetro organico.

Proprietà e scopo del vetro organico

Questo materiale sintetico solido ha mantenuto la trasparenza del normale vetro al silicato, ma ha acquisito molti nuovi vantaggi, che ne consentono l'utilizzo nell'industria automobilistica, per la produzione di porte in vetro, acquari, strutture per serra, tetti, molte parti decorative come pannelli di design, supporti pubblicitari, per computer di stampaggio edifici. Il plexiglass distribuisce uniformemente la luce, quindi viene utilizzato per la produzione di varie installazioni luminose dinamiche con luci lampeggianti e luci di marcia che sembrano particolarmente attraenti nell'oscurità.

Il materiale non ha una fragilità così elevata come il vetro normale (e quindi non così pericoloso), non è così pesante, è facile da deformare e tagliare. Come un termoplastico sotto l'influenza di alte temperature diventa plastica. In questo "segreto" si trova l'indizio su come piegarlo.

Aderendo ad alcune regole, puoi facilmente trasformare la forma di questo materiale. Per fare questo, hai bisogno di strumenti speciali: un banco da lavoro, un tubo di metallo, un filo di nicromo, una fiamma ossidrica e una fonte di energia con la sua regolazione.

I vantaggi del plexiglass includono:

  • resistenza all'urto (5 volte superiore al vetro ai silicati);
  • proprietà di isolamento elettrico;
  • resistenza all'umidità e altri fattori ambientali esterni, resistenza al gelo;
  • elevata capacità di trasmissione della luce (fino al 92%);
  • compatibilità ambientale (assenza di gas velenosi durante la combustione e il riscaldamento);
  • non suscettibile ai raggi UV (resa del 73%);
  • resistenza agli agenti chimici;
  • conformità quando si crea una varietà di forme.

Gli svantaggi includono la sua caratteristica principale: la facilità di deformazione con oggetti appuntiti, che richiede un atteggiamento preciso nei confronti dei prodotti.

Fogli di vetro organico sono venduti con un film applicato su di essi, che protegge parzialmente i suoi spazi vuoti da eventuali danni. Tuttavia, il film non può proteggere il foglio da graffi o persino incrinature quando viene tagliato con un seghetto o un seghetto in metallo. Inoltre, questi strumenti creano un gran numero di segatura. Esistono modi più funzionali per tagliare ed elaborare i fogli di questo materiale.

Come piegarsi sotto l'influenza del calore

Il plexiglas richiede precisione e tempestività di esposizione ad esso al momento del rammollimento sotto l'influenza del calore. Questo polimero di origine sintetica consente di eseguire con esso molte operazioni meccaniche per creare oggetti piani e di grandi dimensioni.

La flessione non è il compito più difficile, ma richiede una certa esperienza e alcune regole alle quali presteremo particolare attenzione.

Piegatura del filo

  • Prima della lavorazione, il foglio di materiale deve essere sottoposto ad un'asciugatura obbligatoria, altrimenti si formeranno delle bolle di umidità al posto della sua flessione, che non solo guasteranno il suo aspetto, violando la trasparenza, ma anche cambiando la sua struttura. L'essiccazione viene effettuata ad una temperatura di 80 ° C al ritmo del tempo - 1,5 ore per 1 mm dello spessore del pezzo.
  • Fisseremo la foglia secca sul banco da lavoro. Fissiamo il filo di nicromo a una distanza massima di 0,5 cm dal pezzo, esattamente lungo la linea lungo la quale il pezzo deve essere piegato. Non è necessario tracciare una linea con un pennarello sul foglio, poiché sarà molto difficile rimuovere le tracce dopo aver riscaldato il pezzo. Imposta il punto in cui il foglio deve essere deformato.
  • Il filo del nicromo per il suo riscaldamento è collegato a una fonte di alimentazione regolabile con la temperatura richiesta del calore. Di solito, il materiale inizia a deformarsi a un calore di 150-190? С.
  • Dopo un tempo sufficiente, il foglio sotto il peso del proprio peso inizierà ad abbassarsi fino alla battuta che hai impostato.

Piegatura dei tubi metallici

Per piegare il pezzo in una certa misura, viene utilizzato un tubo metallico del diametro desiderato o un pezzo in plexiglas o lavorato con legno.

  • Imposta il foglio sulla parte superiore del tubo, quindi riscalda il foglio con una fiamma ossidrica nella linea di contatto con il tubo finché il materiale inizia a cedere e assume la forma di un tubo.
  • Il raffreddamento del prodotto viene effettuato senza intoppi, in modo uniforme e continuo fino ad una temperatura di 60-70 ° C.
  • Fissare il foglio in una morsa su un tavolo piatto. Graffiare leggermente la linea di piegatura.
  • Riscaldare il foglio in base alla linea tracciata con l'aiuto di un asciugacapelli da costruzione (o un asciugacapelli con stazione di saldatura) a una temperatura di 150-180? Per riscaldare il foglio dovrebbe essere gradualmente, non portando alla sua fusione. Se il foglio è più spesso di 5-6 mm, è meglio riscaldarsi su entrambi i lati del foglio, simultaneamente o alternativamente. Quest'ultimo è riscaldato dal lato del foglio, che sarà sul lato convesso della curva. Le aree fredde del foglio devono essere coperte con qualcosa, lasciando solo una striscia stretta lungo la linea di riscaldamento. La larghezza della striscia riscaldata dovrebbe essere tre volte lo spessore del foglio.
  • Il foglio dovrebbe essere piegato lontano dalla fonte di calore, cioè il getto di calore dovrebbe essere diretto alla parte convessa della curva.

Piegandosi con una pistola termica

La piegatura può essere effettuata anche dopo averla scaldata in acqua bollente, in un forno, con un bruciatore a gas o anche con il fuoco delle candele poste in fila. Il foglio sottile riscaldato può essere piegato facilmente con le mani (con i guanti!). È inoltre possibile comprimere eventuali rientranze.

Usando il trattamento termico, il vetro organico può essere tagliato, per esempio, usando una bobina riscaldata. È particolarmente conveniente usare una spirale per tagliare piccoli prodotti.

Taglio a spirale

Per tagliare la spirale in plexiglass dal riscaldatore, da un saldatore, dal vecchio resistore variabile. I parametri approssimativi della spirale - lunghezza 7 cm, diametro 0,3 mm, potenza 12 volt, consumo di energia 1,5 ampere. Allo stesso tempo, la spirale diventa incandescente, il che non è affatto necessario, poiché il materiale si scioglie ed emette fumo con un odore pungente. La spirale è saldata ai perni metallici e ai perni - al cavo collegato all'alimentazione con tensione regolabile.

incollaggio

Il plexiglas non può solo piegare e tagliare, ma anche incollare. Per questo, non è necessario applicare la colla cianoacrilica con tutti i suoi vantaggi "da afferrare strettamente", poiché nei punti di incollaggio il materiale perde la sua trasparenza (sbianca) e la colla si diffonde facilmente e rapidamente in diverse direzioni. Va detto che l'incollaggio di parti non è una questione semplice, rispetto al vetro appiccicoso di silicato ordinario con l'aiuto della colla siliconica o di una pistola per colla a caldo.

Eppure dovrebbe essere incollato con dicloroetano - un agente liquido trasparente velenoso che dissolve quasi tutta la plastica. Il dicloroetano viene applicato sulla superficie pulita delle articolazioni e immediatamente messo insieme per l'impostazione. Quindi una miscela di chips e dicloroetano viene preparata con la consistenza di kissel, questa miscela riempie la giunzione alla giunzione. Prima di eseguire questa procedura, e il lavoro svolto con la protezione obbligatoria dai fumi tossici di dicloroetano, seguito dal trattamento delle mani in acqua calda con sapone.

Plexiglass è pieghevole e fresco. Tuttavia, il raggio di curvatura è 230 volte maggiore dello spessore del foglio piegato.

Per imparare come piegare il materiale senza danneggiarlo, vale la pena ricordare che in qualsiasi lavoro un buon allenamento preliminare non guasterà mai.

Aggiungi un commento